Esci dallo shop
NON PRIVARTI DI UN GIORNO FELICE con Enzo Bianchi — NON PRIVARTI DI UN GIORNO FELICE con Enzo Bianchi TANTI AUGURI, AMERICAN PSYCHO! con Giuseppe Culicchia TANTI AUGURI, AMERICAN PSYCHO! con Giuseppe Culicchia —

LIBERTÀ DEL CORPO, LIBERTÀ DELL’ANIMO: ARISTOTELE E SENECA SULLA SCHIAVITÙ con Matteo Stefani

 16,40

4 incontri € 20,00

ISTRUZIONI PER L’USO
> una volta concluso l’ordine, ti arriverà una mail di conferma
> nella mail c’è un codice streaming valido per tutti e 4 i video
> per vedere i video vai qui e inserisci il codice streaming
COD: LIBERTA DEL CORPO Categoria:

4-11-18-25 novembre ore 18-19

Quali erano gli atteggiamenti di Greci e Romani nei confronti degli schiavi? Benché la legittimità dell’istituto della schiavitù non venga mai messa in dubbio, nella letteratura classica l’idea dello schiavo come essere inferiore, per natura e per legge sottomesso all’uomo libero, coesiste con la percezione di una comune umanità che unisce schiavi e liberi e ne annulla la differenza dal punto di vista morale. La contraddizione tra queste due posizioni evidenzia la polifonia delle voci antiche che ancora oggi ci parlano dei grandi temi della libertà e della schiavitù, spingendoci a riflettere sulla qualità dei rapporti che ci legano agli altri. Esploriamo il tema a partire da un’antologia di testi di Aristotele (IV sec. a.C.) e Seneca (I sec. d.C.).

aspettando Festival del Classico (2-5/12)